Saturday, April 16, 2011

Unghie e anomalie




Le unghie dicono molto sullo stato di salute; spesso le anomalie delle unghie dipendono solo da un disturbo banale come un fungo, ma se l’ anomalia persiste bisogna andare dal medico perchè potrebbe rivelare una malattia più grave. In questi casi il fai-da-te è da evitare e serve un controllo presso uno specialista, lo conferma Marcello Monti, direttore dell’ Unità di dermatologia dell’ Istituto clinico Humanitas e docente all’ Università degli studi di Milano. In Europa il massimo esperto sulle anomalie delle unghie legate allo stato di salute è il dermatologo francese Robert Baran.
L’ unghia è fatta di cheratina, una proteina fibrosa; di solito l’ unghia si presenta come una lamina bianca-rosata semitrasparente dove si possono distinguere un bordo libero, una porzione centrale, due margini laterali inseriti in una ripiegatura e una radice bianca (lunula).
Nella radice dell’ unghia si trova uno strato di cellule (matrice) che si riproducono provvedendo alla costruzione dell’ unghia. La velocità di crescita della lamina è di 1-3 millimetri al mese, quindi circa ogni 4 mesi l’ unghia si rinnova completamente.
Ecco una tabella indicativa per scoprire le anomalie delle unghie e lo stato di salute fisica:
Unghie con macchie bianche: non sono dovute ad una carenza di calcio come spesso si crede, ma a bolle d’ aria provocate da traumi della matrice dell’ unghia, cioè il tessuto che produce la lamina. Le macchioline bianhe sulle unghie sono comuni in chi fa lavori manuali o si stuzzica le pellicine, ma non indicano nessuna patologia dello stato di salute generale, quindi state pure tranquilli.
Unghie bianche e brune : in questo caso l’ unghia è probabilmente infettata da un fungo (onicomicosi). Se le unghie sono tutte pallide invece può esserci un’ anemia. Strisce bianche trasversali sono invece provocate spesso solo da manicure troppo aggressive.
Unghie bianche e rosa: se le unghie sono bianche con una striscia rosa sul finale si può sospettare una cirrosi epatica. Si parla di unghie bianche di Terry, dal nome del ricercatore che che intuì il legame tra il colore delle unghie e questa malattia del fegato.
Unghie VIOLACEE-BLU: se l’ anomalia riguarda tutte le unghie è un problema grave di insufficienza respiratoria o cardiaca. Infatti quando il sangue non circola bene, arriva poco ossigeno alle estremità e le unghie in particolare diventano bluastre.
Unghie GIALLO-BRUNASTRE: possono dipendere da un fungo che si prende nell’ umidità di docce e piscine; si cura fresando la lamina dell’ unghia e applicando creme a base di zolfo.
Unghie CON STRISCE MARRONI: sono di solito solo emorragie da trauma, ma se persistono può trattarsi di un neo. I nei delle unghie vanno controllati perchè il rischio di melanoma sull’unghia è più alto che in altre parti del corpo.
Unghie INGIALLITE: in genere sono solo tinte da qualcosa, come la nicotina di sigaretta. La malattia chiamata Sindrome delle unghie Gialle è molto rara, se sono ingiallite anche le unghie dei piedi può trattarsi di una malattia respiratoria.
Unghie BUCHERELLATE: piccole depressioni sulla superficie delle unghie sono tipiche della psoriasi, una malattia della pelle che si manifesta con chiazze e squame e che nel 10% dei casi coinvolge le unghie. Spesso sono presenti anche macchie giallastre.
Unghie fragili: sono comuni in chi bagna spesso le mani in acqua calda e detergenti e in questo caso il soggetto è in salute; in altri casi invece le unghie fragili possono denunciare la carenza di amminoacidi, minerali (ferro, zinco, rame, selenio) o vitamine (B6, A, C, E e biotina) da integrare con un’ alimentazione più sana o con l’ aiuto di integratori alimentari.
Unghie SOTTILI O EROSE: può dipendere dal Lichen Planus, una malattia della pelle che si manifesta spesso in chi è colpito da epatite C. In questo caso bisogna iniziare una cura sia per le unghie sia per il fegato.
Unghie CHE SI DISTACCANO: spesso è solo una reazione all’ uso di prodotti irritanti senza protezione adeguata (ad esempio senza guanti); se però si distaccano più lamine, si possono sospettare polmonite, un’ intossicazione da farmaci, o un disturbo della tiroide.
Unghie A CUCCHIAIO: se le unghie si scavano nel centro a forma di cucchiaio ciò può dipendere solo da semplici colpi presi alle dita; se la causa non è questa, si può invece pensare ad una carenza di ferro, quindi ad un’ anemia seria. Ma lo stesso effetto possono darlo anche problemi alla tiroide.
Unghie CON RIGHE TRASVERSALI: se riguardano un’ unghia sola sono solo di origine traumatica; se riguardano tutte le unghie sono dovute a diabete, problemi circolatori, febbre o a farmaci come quelli utilizzati nelle chemioterapie.
Unghie CON RIGHE LONGITUDINALI: in genere dicono solo che la matrice dell’ unghia sta invecchiando; ma se si tratta di fessure profonde, occorre andare da un dermatologo perchè segnalano un danno alla matrice dell’ unghia, quindi una malattia dell’ unghia.
Unghie AD ARTIGLIO: l’ unghia si ispessisce, diventa gialla e si piega ad artiglio, in genere questa anomalia dell’ unghia colpisce l’ alluce ed è tipica delle persone che hanno deviazioni ossee delle dita dei piedi. L’ unica cura è asportare l’ unghia e la sua matrice.
Unghie A VETRINO D’ OROLOGIO: sono convesse, tendono a ricoprire la punta dei polpastrelli; questa anomalia dell’ unghia è legata a malattie respiratorie, del fegato e dell’ intestino ed è comune nei forti fumatori e negli alcolisti

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...