Saturday, October 29, 2011

Parmigiana calabrese di melanzane


Ingredienti per 6 persone:
4 melanzane lunghe
500 g di passata o polpa di pomodoro
1 cipolla
200 g di salame
200 g di provola o caciocavallo
2 uova sode
basilico qb
150 g di pecorino grattugiato
50 g circa di pangrattato
olio extravergine d’oliva
sale grosso qb
sale fino qb

Procedimento
  • Lavate le melanzane, sbucciatele e affettatele nel senso della lunghezza .
  • Mettetele in un colapasta cosparse con del sale grosso per una mezz’oretta . 
  • Trascorsa la mezz’ora, sciaquate un po’ le melanzane, quindi strizzatele e friggetele in olio bollente da entrambi i lati. Via via che le togliete dalla padella ponetele su un piatto con della carta assorbente per eliminare l'eccesso di olio.
  • A parte preparate la salsa per il condimento: nella padella, fate soffriggere la cipolla tritata con un po’ d’olio quindi versate il pomodoro passato e salate; a fine cottura aggiungete il basilico a pezzetti. 
  • Fatto ciò, preparate il pangrattato: inumiditelo con un filo d’olio, aggiungetevi del basilico e l’aglio tritati e il formaggio grattugiato. Tagliate la provola a fette.
  • Prendete una pirofila e versatevi un po’ di salsa di pomodoro; adagiatevi uno strato di melanzane e spolverizzate con il composto di pangrattato; cospargetele con qualche fetta di provola o caciocavallo, con le fette di salame e con le uova sode. Fate un altro strato di pomodoro e continuate con la preparazione alternando gli ingredienti a strati fino ad esaurimento. 
  • Terminate con pomodoro, spolverate del formaggio grattugiato e guarnite con basilico fresco e fette di provola. 
  • Cuocete in forno la parmigiana a 150°C per circa 15-20 minuti.
Buon appetito con la parmigiana calabrese di melanzane

    Crocchette di patate ripiene



    Ingredienti per 4 persone
    • 800 g di patate
    • 3 uova
    • 100gr di parmigiano grattugiato
    • pan grattato
    • olio
    • qualche fettina di prosciutto cotto
    • qualche sottiletta

    Preparazione
    Cuocete le patate in acqua bollente salata. Dopodiche scolatele, pelatele, schiacciatele con lo schiacciapatate e raccogliete il purè in una ciotola.
    Unitevi 50gr di parmigiano e 2 uova e mescolate il tutto.
    Dopodiche ricavate dal composto delle crocchette delle dimensioni di una noce, al centro delle quali metterete il prosciutto e qualche pezzetto di sottiletta.  Prendete l'uovo rimasto e lo sbattete in un piattino. 
    Formate delle polpette cilindriche con l’impasto di patate e passatele prima nell’uovo e poi nel piatto contenente il pan grattato e il parmigiano.
    Friggete le crocchette ottenute in un tegame con abbondante olio extravergine d’oliva, o in alternativa mettere in forno a 200°per 20 minuti.



    Gli smalti che vanno di moda: autunno/inverno 2011/2012



    Oltre alle tendenze "Magnetic Effect", se siete delle fashion victims e vi state chiedendo quali tonalità di smalti e quali novità sono state introdotte nel campo del nail polish per il periodo autunno/inverno 2011/2012, siete capitate nel post giusto. Di sicuro il colore "must" sarà il blu in tutte le sue tonalità.

    Partiamo da Chanel.
    Gli smalti Chanel, limited edition, realizzati per questo periodo sono stati creati per la Vogue Night Out 2011. Tre si rifanno alle tonalità denim "Les Jeans": Coco Blue (blu chiaro) - Blue Boy (blu denim) - Blue Rebel (blu marino)

     Gli altri tre: Graphite, Quartz e Pèridot,  sono smalti perlati che vanno dal color bronzo, ad un mix di verde-oro, al color argento-platino

    Dior, invece, propone TUXEDO,BLUE DENIM e BEIGE SAFARI
    Beige Safari è un color nude rosato con micro glitter.
    Blu Denim è un blue che vira al viola. Tuxedo è un blue metallizzato


    Mac Me Over la nuova collezione make up autunno-inverno proposta dal marchio Mac. Gli smalti proposti sono 4. Fatigues, un verde bosco, Quiet Time, un beige nudo, Deep Sea, un teal blue , Purple Majesty: è un bordeaux scuro



    Pupa propone due "collezioni" di smalti: la prima Winter garden, con colori laccati
     La seconda "Nordic Wind" dai colori più freddi matalizzati
    Zoya propone tonalità di smalti che vanno dal verde ottanio, al color muschio, al viola, al bordeaux

    Opi propone la Touring America Colletion, dodici smalti ispirati all'America



     La collezione "Carisma" ideata dal marchio Collistar comprende smalti: Verde Lamè Mat, Blu Lamè Mat ,  Melograno Lacca e Grafite Lacca


     I colori proposti da Diego Della Palma ricordano molto l'inverno. Le tonalità virano dal Grigio Fumo al Verde Salvia al Viola Scuro.



    Friday, October 28, 2011

    Tempo di castagne: mousse


    E' tempo di castagne!! Dato che era da un pò che non scrivevo un post di cucina (mia altra grande passione), ho pensato di condividere con voi la ricetta della mousse di castagne.

    Occorrente:
    550 ml di latte
    200 ml di panna fresca
    300 g di castagne
    80 g di zucchero o zucchero a velo
    cioccolato al 70% di cacao

    Iniziamo:

    1. Mettere le castagne sgusciate e pulite in un pentolino riempito con latte.
    2. Cuocerle a fiamma bassa per circa 20 minuti.
    3. Farle raffreddare e creare una purea con l'aiuto di un frullatore.
    4. A parte, versare la panna in una ciotola e montarla
    5. Unire la panna montata alla purea di castagne.
    6. Versare nelle ciotole la mousse di castagne e servire.


    Se siete particolarmente golose, come me, versare un pò di cioccolato fondente o della nutella nelle ciotole e aggiungere dei biscotti secchi (frollini) come decorazione .

    Cibi da evitare in gravidanza



    La gravidanza è uno dei momenti più belli, se non  “IL” più bello, della vita di una donna. Durante i nove mesi, nonostante la felicità e la gioia della nuova “avventura”, è bene controllare ciò che si mangia per non creare eventuali problemi al feto. E’ buona norma assumere cibi poco raffinati ed elaborati e variare spesso gli alimenti.
    Vediamo insieme cosa non dovrebbe essere consumato o limitato.
    Partiamo dalla carne.
    E’ proibito consumare la carne poco cotta (per il rischio di contrarre la toxoplasmosi), il pollo lasciato poco sui fornelli (per il rischio di salmonellosi), il fegato (per la presenza di vitamina A che può provocare danni al feto), e tutti i prodotti di macelleria sottoposti a trattamenti di conservazione quali l’essiccazione, l’affumicatura, ecc.
    Pesce
    Mai assumere pesce crudo o poco cotto.
    Verdura
    E’ bene evitare l’uso di verdura cruda, lavarla bene e non eccedere con gli spinaci, se si è sottoposti a trattamento farmacologico con supplemento di calcio.
    Frutta
    Mai mangiare la frutta con la buccia, lavarla bene per eliminare tutti i residui di eventuali pesticidi che potrebbero danneggiare il feto.
    Bevande
    Da evitare tutte le bevande che contengono caffeina, l’alcool, e le bibite gassate.

    Wednesday, October 19, 2011

    La celiachia: intolleranza semiconosciuta


    Ultimamente, stiamo sentendo spesso parlare di celiachia o morbo celiaco o enteropatia immune-mediata.  E' un'argomento delicato, ma cerchiamo di capire in maniera semplice che cosa è. 

    Cos'è la celiachia?
    In poche parole, è un'intolleranza al glutine e colpisce 1 individuo su 100. Il glutine è una lipoproteina, formata dall'unione di gliadina e glutenina in presenza di acqua, ed è il componente di frumento, orzo, avena, segale, farro, malto, ecc.
    La malattia ha un'origine autoimmunitaria.


    Come si verifica?
    Il sistema immunitario del paziente intollerante al glutine, in presenza del glutine appunto, si attiva attaccando le pareti dell'intestino ed in particolare i villi che permettono l'assorbimento delle sostanze nutritive. La mucosa si appiattisce e si atrofizza.

    Affinchè si verifichi il morbo c'è bisogno di una predisposizione genetica ed una componente ambientale. Altre volte è possibile che la celiachia si sviluppi dopo infezioni intestinali o altri fattori.


    Sintomi?
    La mucosa non assorbe e quindi si arriva a perdere peso, con eventuale arresto di crescita se ci si trova nella fase dello sviluppo, dolori addominali, gonfiore e diarrea. Questi sono i sintomi più comuni.
    Alcune volte i sintomi non sono prettamente correlati al sistema intestinale.

    Come viene diagnostica?
    La biopsia intestinale e l'analisi del sangue ci permettono di diagnosticare il morbo celiaco.
    Nella biopsia, si prelevano piccole parti di intestino che saranno poi analizzate istologicamente per verificare il livello di atrofia dei villi.
    Nelle analisi del sangue si ricerca la presenza degli anticorpi anti-transglutaminasi, anticorpi anti-gliadina, anticorpi anti-endomisio.

    Come si cura?
    La cosa da fare è seguire una dieta priva di glutine.

    Ci possono essere complicazioni?
    Sì, se non curata la celiachia può portare a malnutrizioni e condizioni di mal assorbimento, dato che la mucosa è danneggiata. Potrebbero verificarsi deficit vitaminici e malassorbimento di calcio con problemi ossei, osteoporosi, anemie e potrebbero svilupparsi forme di cancro intestinale.

    Tuesday, October 18, 2011

    Halloween: idee nail art


    Manca poco ad Halloween. Chi ama le feste a tema e desidera abbinare anche la nail art, ecco alcune idee da realizzare che ho selezionato per voi dal web.
    I soggetti vanno dai fantasmi, ai vampiri, alle ragnatele, alle classiche zucche, ecc, e tutto ciò che possa ricordare la festa delle streghe.









     


     





    Per quanto riguarda la forma dell'unghia, quest'anno si prediliggono le forme lunghe e appuntite per ricordare gi artigli.



    Monday, October 17, 2011

    Capelli: autunno/inverno 2012


    Alla fine dell'estate, a causa del sole e della salsedine, i nostri capelli appaiono spenti e sfibrati. Questo è il periodo giusto per darci sotto con creme e maschere nutrienti. Per le amanti della moda e delle ultime tendenze, per l'autunno/inverno 2012 si prevedono tagli trendy e acconciature semplici. Rimangono, come lo scorso anno, le acconciature cotonate.
    Eccone qualcuna.
    Per i capelli corti, i tagli saranno asimmetrici con ciuffo laterale. Molto di moda il caschetto.






    Per le amanti delle frangia, questa sarà lunga fino agli occhi

    Per i capelli lunghi e le amanti delle extensions, questi saranno lisci o lasciati cadere mordibi.


    Altro must saranno le trecce

    Tra le acconciature, si prediliggono i capelli cotonati.

    Leggings: lo stile che ti contraddistingue



    Uno degli outfit più in voga e low cost degli ultimi anni è l'uso dei leggings. Utilizzati dai soldati per la prima volta sotto le divise, i leggings (gambali) non sono nè collant nel vero senso della parola, in quanto non ricoprono il piede, nè tanto meno dei pantaloni. Sono un capo aderente che ricopre la gamba dal bacino alla caviglia e possono essere realizzati in lycra, nylon, poliestere, lana, cotone e seta.

    Perchè non possono essere considerati dei pantaloni?
    In poche parole, il "problema" è di origine estetica. I leggings, particolarmente aderenti, vanno indossati con magliette lunghe, capi oversize, cardigans o vestitini. Non devono essere messi in mostra la pancetta, il fondoschiena ed eventuali indumenti intimi (slip, perizoma, ecc).


    Che scarpe scegliere in abbinamento ai leggings?
    Da preferire le ballerine, sneakers, scarpe con la zeppa o stivaletti con tacchi bassi/medi. I tacchi a spillo, non troppo alti, intendiamoci, possono essere indossati con i leggings per una serata particolare.

    Chi li può indossare?
    A questa domanda rispondo: "Vi lascio al buon gusto". Generalemente le donne troppo burrose, per allegerire le loro figura e snellirla, non dovrebbero indossarli per evitare l'effetto "strizzato".

    Quanti tipi di leggings esistono?
    I classici leggings sono quelli in cotone nero elasticizzato.

    La moda via via ha proposto nuovi modelli e fantasie in svariate tonalità (rosa, bianchi, gialli, viola, dorato, ecc).



    Vi sono i leggings in pelle (liquid),

    quelli in stile animalier,

    con lacerazioni frontali e laterali,


    con graffiti,

    con ricami,

    con paillettes.



    Friday, October 14, 2011

    Pedicure fai da te


    Terminata l'estate è il momento di continuare a prenderci cura dei nostri piedi. Se vogliamo risparmiare, possiamo farla tranquillamente a casa.
    Vediamo cosa fare.
    1. Per prima cosa rimuovere lo smalto dalle unghie dei piedi.
    2. Una buona pedicure deve partire da un pediluvio che avrà una durata di 10-15 minuti. Questo servirà per ammorbidire le cuticole e i calli. All'acqua si possono aggiungere anche oli essenziali ed è possibile massaggiare i piedi per riattivare la circolazione e favorire il rilassamento. In caso di piedi gonfi è possibile aggiungere una manciata di sale.
    3. Con una pietra pomice o altro "strumento" che consente uno scrub non troppo eccessivo, si può passare nelle zone più spesse e dure per eliminare la pelle morta ed eliminare calli e duroni.
    4. A questo punto sciacquare i piedi ed asciugarli
    5. Spalmare una crema idratante
    6. Tagliare le unghie
    7. Adesso è possibile stendere lo smalto.

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...