Wednesday, October 12, 2011

Gli additivi naturali


Oltre agli additivi sintetizzati in laboratorio, esistono quelli di orgine naturale.
Vediamone qualcuno.

  • Aceto
    L'aceto, derivato della fermentazione del vino, è utilizzato nella conservazione dei sottaceti e nella fase di preparazione delle verdure, scottatura e bollitura.
  • Alcool
    L'alcool inibisce la crescita dei microorganismi. E' impiegato per la conservazione di frutta (albicocche, ciliege, uva).
  • Limone
    Il succo del limone è un ottimo antiossidante. Evita che verdure e frutta diventino nere dopo il taglio (es. carciofi, melanzane, macedonia di frutta ecc.)
  • Olio
    E' un ottimo conservante e inibitore di agenti microbici, permette la conservazione degli alimenti isolandoli dall'aria. Funghi, ortaggi e tonno sono i principali alimenti conservati sott'olio.
  • Sale
    Uno tra i più antichi metodi di conservazione degli alimenti può essere usato puro, salatura (baccalà, bresaola, ecc), o diluito in una soluzione di acqua e sale, salamoia (olive e ortaggi).
  • Zucchero
    Lo zucchero è usato per realizzare marmellate e per conservare i cibi per lunghi periodi. In natura molti alimenti contengono già derivati e composti zuccherini::
    fruttosio e glucosio - nella frutta e nel miele
    lattosio - nel latte,
    maltosio - dai cereali,
    saccarosio - deriva dalla canna da zucchero o dalla barbabietola da zucchero, è il più comune zucchero utilizzato nelle nostre case.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...