Saturday, August 27, 2011

I carboidrati non fanno ingrassare




Nel momento in cui si auto-inizia una dieta (cosa molto sbagliata in sé), le prime cose che si eliminano dalla tavola sono i carboidrati: nell’immaginario e nelle convinzioni comuni, i carboidrati fanno ingrassare. E’ un grande errore, si sbaglia la classificazione degli alimenti. Pane, pasta, riso e patate in dosi moderate, non sono i diretti responsabili dell’aumento di peso, anzi sono da secoli i pilastri dell’alimentazione umana e sono l’unica fonte di energia per il cervello.

I carboidrati
I carboidrati o glucidi sono costituiti da acqua e carbonio e si suddividono in semplici e complessi. Il glucosio è la forma più semplice. Ogni grammo di calorie apporta al nostro organismo circa 4 calorie. Il reale problema è l’indice glicemico, secreto dal pancreas endocrino, che permette al glucosio di entrare nelle cellule e di accumularsi sotto forma di grasso.
Quindi, i carboidrati in sé non fanno ingrassare a meno che non si ecceda con i glucidi che hanno un elevato indice glicemico e con i vari condimenti grassi e poco salutari.

Studi condotti da Poppit (et ali), successivamente pubblicati sull’ American Journal of Clinical Nutrition, hanno dimostrato che una dieta durata sei mesi con un’alta percentuale di carboidrati complessi e bassa percentuale di grassi non fa ingrassare.
Lo studio è stato condotto su tre gruppi di pazienti ai quali è stato assegnata:
• una dieta con un’alta percentuale di carboidrati complessi (pane, pasta, riso) e basso apporto di grassi;
• una dieta con apporto calorico libero;
• una dieta con bassa percentuale di grassi e alto apporto di carboidrati semplici (zucchero, dolci, bevande zuccherate).
I risultati, in media,  alla fine della terapia nutrizionale sono stati i seguenti:
• i pazienti del primo gruppo hanno perso  4,25 kg
• i pazienti del secondo gruppo sono ingrassati 1,03 kg
• i pazienti del terzo gruppo hanno perso a 0,28 kg

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...