Sunday, November 20, 2011

Olio di semi di lino



Con il freddo e lo smog, oltre alla nostra salute, ne possono risentire anche i capelli diventando opachi e crespi. Per "risvegliare" la chioma, nutrirla e per rispristinare il film idro-lipidico che avvolge il capello ci vengono in aiuto i semi di lino.


Questi sono ricchi di acidi grassi, soprattutto Acido Linoleico (12,0 – 20,0 %) essenziale per l’idratazione dei capelli, controllando la perdita di acqua,  e Acido Alpha Linoleico (40,0 – 55,0 %) importante per garantirne l’elasticità e la resistenza.



In commercio possiamo trovare diversi prodotti a base di semi di lino: shampoo, balsami, creme e maschere ristrutturanti, gel.

L'olio di semi di lino va applicato prima di lavare i capelli: bisogna distribuirlo su tutta la lunghezza e tenerlo in posa per una mezz'oretta, quindi si effettua il lavaggio normale. 



Normalmente l'impacco andrebbe effettuato una volta la settimana, ma in caso di capelli sciupati e molto aridi si può fare due volte (magari il lunedì ed il giovedì).


Se siamo appassionate del fai da te, non ci fidiamo dei prodotti acquistati al supermercato o in erboristeria (perchè magari possono contenere altre "schifezze" oltre al prodotto base, in questo caso i semi di lino, appunto), e non vogliamo spendere soldi, possiamo realizzarlo a casa.

Occorrente
80 ml di acqua
2 cucchiai e mezzo di semi di lino (acquistati in erboristeria)


Procedimento
Portiamo ad ebollizione l'acqua ed aggiungiamo i semi di lino. Giriamo con un mestolo per evitare che i semi si attacchino al fondo. Quando in superficie si sarà formata una patina opaca e gelatinosa (dieci minuti dovrebbero bastare per farla comparire), chiudiamo il fornello e iniziamo a filtrare l'acqua.
Lasciamo riposare e raffreddare. A questo punto si potrà applicare sui capelli asciutti o umidi per mezz'ora. Ricordate di avvolgere la chioma in un asciugamano o cuffia. Terminato il tempo di posa, lavare normalmente i capelli.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...